dcsimg
Toolbox

eni e il Global Compact

eni è un'impresa integrata nell'energia presente con circa 80.000 persone in 85 Paesi del mondo. La sua cultura d'impresa e il suo modello di business le consentono di essere uno dei principali player nelle attività di esplorazione e produzione del petrolio e del gas naturale, della generazione e commercializzazione di energia elettrica, della petrolchimica e dell'ingegneria e costruzioni.

La storia, la cultura di impresa e il modo di operare di eni costituiscono leve competitive che hanno permesso di conseguire nel tempo una dimensione internazionale fondata su una presenza consolidata in diversi Paesi nel mondo. Cooperazione, integrazione, innovazione, inclusione delle persone, eccellenza e responsabilità guidano l'operare di eni nell'interazione continua con tutti gli stakeholder, in un quadro di regole di governance chiare e rigorose. è la combinazione di questi elementi distintivi del modello di business che orienta le scelte di investimento, contribuisce alla prevenzione o mitigazione dei rischi e consente di conseguire obiettivi strategici nel breve, medio e lungo termine.

La cooperazione allo sviluppo dei territori di attività, esprime la capacità di comprendere le necessità locali e la volontà di contribuire alla loro soluzione. eni si impegna a fornire risposte concrete ai problemi e alle esigenze dei Paesi in cui opera in sinergia con le strategie di sviluppo del Paese stesso e operando nel quadro di riferimento degli Obiettivi del Millennio nei Paesi in via di sviluppo. Il modello di cooperazione, ovvero la volontà di investire con una visione di lungo termine e la flessibilità nell'offrire soluzioni alle esigenze dei Paesi, è parte integrante delle strategie aziendali fin dalle origini e oggi si traduce in una sempre maggiore integrazione tra i progetti di sviluppo dell'azienda e l'opportunità di crescita dei territori in cui eni è ospite. eni ha saputo integrare nel proprio business anche lo sviluppo dei sistemi energetici locali cogliendo nuove opportunità e creando le basi per lo sviluppo nei Paesi di presenza dove la povertà energetica è un problema cruciale.

L'integrazione delle attività lungo tutta la filiera dell'energia fornisce un patrimonio solido e prezioso di competenze e di sinergie e rappresenta una chiave di successo nella crescita dell'azienda. L'approccio integrato permette una maggiore flessibilità nei rapporti con i Paesi produttori, ai quali eni propone soluzioni che di volta in volta si adattano alle specifiche esigenze tecnologiche, infrastrutturali, di crescita dell'economia e della società locale.

L'innovazione tecnologica rappresenta l'elemento chiave per accedere a nuove risorse energetiche, migliorarne il recupero dal sottosuolo e l'efficienza di utilizzo, garantire il rispetto e l'uso responsabile delle risorse naturali. L'impegno nella ricerca tecnologica è orientato non solo allo sviluppo e all'applicazione di tecnologie e processi innovativi per il recupero avanzato di idrocarburi ma anche alla valorizzazione delle energie rinnovabili e allo sviluppo di metodologie innovative per la salvaguardia ambientale. Grazie all'innovazione tecnologica eni offre soluzioni competitive e si presenta come partner affidabile nei Paesi di presenza.

L'eccellenza nella conduzione delle operazioni fa leva sull'adozione di best practice, sistemi di qualità, tecnologie avanzate e sicure per garantire il pieno rispetto delle comunità e dell'ambiente. La responsabilità ambientale costituisce uno dei pilastri fondamentali dell'agire sostenibile, soprattutto se si considera il risvolto degli impatti ambientali delle attività sulla salute e sul benessere delle comunità che vivono nei territori. Esempi di progetti in essere portati avanti da eni riguardano la riduzione delle emissioni inquinanti e delle emissioni di gas serra (tramite iniziative di efficienza energetica e progetti di flaring down), la riduzione dei prelievi idrici di acqua dolce, la realizzazione di assessment sulla tutela degli ecosistemi e della biodiversità.

L'inclusione di tutte le persone di eni, nelle diversità che esse esprimono, si coniuga con la tutela della salute e della sicurezza nelle attività lavorative, con lo sviluppo professionale e con il loro coinvolgimento negli obiettivi di impresa. Grazie alle competenze delle proprie persone, alla diversità che eni valorizza al suo interno, alla capacità di integrazione con i vari contesti locali, eni garantisce un'offerta distintiva con significativi vantaggi in termini di competitività.

La responsabilità in termini di impegno nella trasparenza della gestione, nel contrasto alla corruzione e nel rispetto dei Diritti Umani in ogni ambito di operatività, sono presupposti di un contributo efficace allo sviluppo dei Paesi e della società civile. eni promuove il rispetto dei Diritti Umani e il contrasto alla corruzione in tutte le attività sotto il suo diretto controllo e, per estensione, anche nella catena di fornitura e nelle relazioni con i propri stakeholder.

Modello di business

Modello di business

L'eccellente posizionamento strategico e i vantaggi competitivi acquisiti da eni fanno leva su un modello di business caratterizzato da un patrimonio di asset distintivi e da linee guida per l'azione industriale (driver) frutto delle scelte strategiche del management coerenti con la natura di lungo termine del business. Cooperazione, integrazione, innovazione, eccellenza, inclusione e responsabilità guidano l'operare di eni nell'interazione continua con tutti gli stakeholder in un quadro di regole di governance chiare e rigorose.

ENI nel mondo

>ENI nel mondo; esplorazione & produzione, gas & power, refining & marketing, ingegneria & costruzioni, petrolchimica

Cooperazione, integrazione, innovazione, eccellenza, inclusione e responsabilità contraddistinguono il modo di operare di eni e si riflettono pienamente nell'adesione e nella promozione attiva dei principi del Global Compact e nel contributo al perseguimento dei Millennium Development Goals.

Nello svolgimento delle proprie attività eni ha consolidato relazioni con il mondo esterno per mantenere un confronto costruttivo volto alla diffusione e allo sviluppo di best practice che le permettono di presentarsi come un partner affidabile e competitivo. Tale approccio si basa sul rispetto di principi universali quali la tutela dei diritti umani, l'adozione dei migliori standard di lavoro, il rispetto dell'ambiente e delle comunità, la lotta alla corruzione. Tutto questo si esplica principalmente nella responsabilità verso tutti gli stakeholder, attraverso il rispetto delle normative vigenti e l'adozione dei migliori standard, nell'inclusione delle proprie persone attraverso politiche di gestione eque e non discriminanti, nell'eccellenza delle operazioni attraverso l'adozione di sistemi di qualità e tecnologie avanzate. A questo si aggiunge l'orientamento a cogliere opportunità di business in iniziative che possono contribuire allo sviluppo locale. Inoltre le capacità di integrazione, innovazione e cooperazione rappresentano leve competitive che permettono ad eni di distinguersi tra le aziende del settore oil & gas, di consolidare la presenza in molti Paesi in via di sviluppo e di contribuire nel contempo agli Obiettivi di Sviluppo delle Nazioni Unite.

Le naturali conseguenze dell'adozione di tale approccio sono state l'adesione di eni al Global Compact nel 2001 in qualità di prima impresa italiana e la partecipazione attiva a questo network. In questo modo eni ha scelto di rafforzare il proprio impegno nella gestione sostenibile del proprio business nell'ambito di un network stabile e riconosciuto con l'obiettivo di condividere pratiche eccellenti e sviluppare strategie e soluzioni per affrontare sfide comuni. Le relazioni con il Global Compact e con il Sistema delle Nazioni Unite si sono intensificate negli ultimi anni, in considerazione del valore strategico che l'iniziativa sta acquisendo nell'ambito di una maggiore cooperazione multilaterale.

Nell'ambito del Global Compact, eni è stata invitata nel novembre 2010 ad aderire alla piattaforma LEAD, iniziativa riservata alle imprese mondiali ritenute capaci di svolgere un ruolo guida a livello internazionale per lo sviluppo sostenibile promuovendo attivamente gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio promossi dall'ONU. Nel gennaio 2011, nel corso dell'evento di lancio del Programma LEAD, l'Amministratore Delegato di eni ha sottolineato la necessità di uno sforzo globale per organizzare e stimolare l'azione del settore privato allo scopo di combattere la povertà energetica. Con l'obiettivo di supportare l'Iniziativa del Segretario Generale delle Nazioni Unite "Sustainable Energy for All", eni ha promosso, nell'ambito del Global Compact LEAD, la Task Force on Business Action. Entro il 2030 l'Iniziativa intende: assicurare l'accesso universale ai servizi energetici moderni; raddoppiare il tasso di crescita dell'efficienza energetica; raddoppiare la percentuale di energia rinnovabile nel mix energetico globale. La Task Force è parte integrante dell'iniziativa e ha il compito di assicurare il contributo e l'impegno del settore privato. La Task Force ha iniziato la sua attività nel giugno 2011 e conta oggi sulla partecipazione di 24 aziende multinazionali, due banche per lo sviluppo e tre organizzazioni internazionali.

Nell'ambito della piattaforma LEAD eni sostiene il "Blueprint for Corporate Sustainability Leadership" lanciato nel 2010 e ha rinnovato il proprio impegno per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo attraverso la presenza di obiettivi ad essi correlati nel piano di sostenibilità dell'Azienda.

eni sostiene, inoltre, il Global Compact Network Italia per la diffusione dell'iniziativa nel contesto italiano. In particolare nel 2011 eni ha partecipato ai meeting annuali del Local Network italiano confrontandosi sul ruolo della cooperazione pubblico-privata.

ENI E IL GLOBAL COMPACT: INIZIATIVE E GRUPPI DI LAVORO

  Anno di adesione
Sottoscrizione della dichiarazione di impegni "Caring for Climate: the Business Leadership Platform" giugno 2007
Partecipazione al First Meeting of Signatories di Caring for Climate ottobre 2008
Sottoscrizione del Ceo Statement per il rispetto e il sostegno dei diritti umani in occasione del 60th Anniversary of the Universal Declaration of Human Rights dicembre 2008
Adesione alla campagna delle Nazioni Unite contro il Cambiamento Climatico "Seal the Deal!" settembre 2009
Partecipazione ed intervento allo UN Leadership Forum on Climate Change settembre 2009
Adesione allo Human Rights Working Group ottobre 2009
Sottoscrizione della Ceo Letter on UN Convention Against Corruption novembre 2009
Partecipazione ed intervento al Second Meeting del Caring for Climate Signatories aprile 2010
Adesione all' "Expert Group" su "Business and Peace" e partecipazione attiva al gruppo di lavoro sul "Responsible Business in Conflict-Affected and High-Risk Areas" maggio 2010
Partecipazione al UN Global Compact Leaders Summit 2010: Building a New Era of Sustainability giugno 2010
Partecipazione al Third UN Private Sector Forum: the Millennium Development Goals settembre 2010
Ingresso nel Global Compact LEAD gennaio 2011
Partecipazione al UN Global Compact Week maggio 2011
Adesione e partecipazione alla LEAD Task Force: Communicating Corporate Sustainability Leadership maggio 2011
Sviluppo, adesione e partecipazione alla LEAD Task Force: Sustainable Energy for All Business Action giugno 2011
Partecipazione al UN Private Sector Forum 2011 on Sustainable Energy for All settembre 2011
Partecipazione e collaborazione all'organizzazione dello European Global Compact Local Networks Meeting: Public-Private Joint Efforts Towards Rio+20 ottobre 2011
Ingresso nel LEAD Steering Committee marzo 2012
Ingresso nella LEAD Task Force: Co-Creating new forms of UN-Business Partnerships marzo 2012

Local network del global compact nel mondo

Dal 1999, anno di lancio dell'iniziativa del Global Compact, l'attenzione a livello internazionale sulle tematiche di sostenibilità è aumentata. L'espansione del numero dei Global Compact Local Network a livello mondiale è la testimonianza del successo riscosso dalle iniziative del Global Compact stesso.

I Local Network, presenti attualmente in oltre 80 Paesi, operano come piattaforma di informazione, garantendo supporto e coordinamento alle aziende e alle organizzazioni che aderiscono al Global Compact, promuovendo l'iniziativa ed assicurando il costante dialogo tra tutti i partecipanti secondo un approccio multi-stakeholder. Le principali attività svolte dai Local Network hanno riguardato progetti trasversali su tutti i principi e le partnership per lo sviluppo.

Fonte: UNGC Annual Local Network

Eni S.p.a. - Sede legale
Piazzale Enrico Mattei
00144 Roma

Sedi secondarie
Via Emilia, 1
e Piazza Ezio Vanoni, 1
20097 - San Donato Milanese (MI)

Partita IVA
n. 00905811006

Capitale sociale
€ 4.005.358.876,00 i.v.

C. F. e Registro Imprese di Roma
n. 00484960588

Missione
Siamo un’impresa integrata nell’energia, impegnata a crescere nell’attivita di ricerca, produzione, trasporto, trasformazione e commercializzazione di petrolio e gas naturale. Tutti gli uomini e le donne di eni hanno una passione per le sfide, il miglioramento continuo, l’eccellenza e attribuiscono un valore fondamentale alla persona, all’ambiente e all’integrità.